Perchè votare le primarie a Torino, perchè Gianguido Passoni

20 Feb

Se anche i giochi a volte appaiono fatti, se una guerra per bande nel Partito Democratico torinese ha fatto calare dall’alto un politico navigato, locale ma distante da molte tematiche della città, se stanchezza, confusione, disillusione non aiutano certo a prendere la decisione di andare in una domenica di fine febbraio a votare un possibile candidato sindaco, mi permetto qui di ricordare che proprio la non scelta, la delega assoluta, il disinteresse sono tra gli ingredienti che hanno consentito e che consentiranno la copertura dei gangli di potere, ad ogni livello, a pattuglie di saltimbanchi, nani, ballerine di qualsivoglia colore politico e portatori di interessi quasi mai comuni, sempre particolari.

Ho visto parecchi politici, in questi anni, più o meno bravi, più o meno onesti, più o meno arrembanti. Qualcuno l’ho sostenuto (più per disperazione che per altro), contro altri ho lottato (uno per tutti Pecoraro Scanio, divenuto in una notte il padrone assoluto dei Verdi italiani che, per quanto sgangherati, avevano raccolto tra le loro file persone come Pasquale Cavaliere, Alex Langer, Tavo Burat, Luigi Manconi ed il nostro Giorgio Gardiol). Ebbene, devo dire che Passoni ha colpito non solo me ma anche altri che, come me, dalla politica hanno ricevuto più delusioni che soddisfazioni. Ha colpito per due cose essenziali: nessuna promessa, se non IMPEGNO ed una ripartenza dal basso. Un programma breve, serio e condiviso in mesi di lavoro tra le persone, i quartieri, i comitati, le associazioni. Ottima la capacità di analisi sui problemi economici degli enti locali, ottima padronanza della materia, chiare e lucide le idee, giusta dose di umiltà e capacità di ascolto. Posso affermare che tutto ciò non si è visto tra gli altri competitor. Il più accreditato alla candidatura, Fassino, ha dimostrato, nei pochi incontri svolti a nuclei ristretti, superficialità e distanza siderale dal popolo, forse “bue” anche per lui.

Quindi, dal momento che le rivoluzioni non si fanno con il telecomando in mano sopra il divano di casa ad imprecare contro lo schifo che quotidianamente scorre in sottofondo, usciamo di casa domenica prossima e diamo una mano a Gianguido. Mi sento di dire che è una buona proposta.
Maurizio Pizzasegola

Nel link di seguito si può accedere al suo sito per prendere visione del programma e capire dove siano i seggi per esprimersi sulle primarie di coalizione del Centro Sinistra : http://www.gianguidopassoni.it/?gclid=CISgs6vdlqcCFRYv3wodi1yxcQ

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: