SABATO 22 MAGGIO INCONTRO CON MARTIN ALMADA

12 Mag

SABATO 22 MAGGIO 2010
ore 15,00
Sala “Pasquale Cavaliere” Via Palazzo di Città, 14, Torino

Incontro con MARTIN ALMADA
Premio Nobel Alternativo per la Pace 2002

martin almada

Avvocato, educatore e attivista dei diritti umani paraguayano. Almada è stato insignito del Premio Nobel Alternativo per la Pace del 2002

Noto internazionalmente per avere contribuito alla scoperta, nel 1992, degli archivi segreti della polizia del Paraguay, ribattezzati Archivio del Terrore, che provarono l’esistenza di un coordinamento tra le dittature sudamericane degli anni ’70 e ’80 in collaborazione con la CIA e in chiave repressiva contro gli oppositori politici (Operazione Cóndor), Almada è una delle vittime della dittatura paraguayana.

Incarcerato, torturato e costretto all’esilio per aver fondato una scuola per poveri e scritto alcuni testi ispirati alla pedagogia liberatrice degli oppressi di Paulo Freire e per la sua attività sindacale. Sua moglie, Celestina Pérez, morì per un infarto subito dopo una delle telefonate che riceveva dagli aguzzini di Almada e che le facevano ascoltare le torture che suo marito stava subendo. Negli ultimi anni ha creato il Museo della Memoria, Dittatura e Diritti Umani del Paraguay e si sta impegnando per sviluppare progetti basati sull’energia solare e alternativa e la diffusione di una cultura rispettosa dell’ambiente e a favore delle comunità indigene. Lo abbiamo incontrato in una Asunción in bilico tra la voglia di lasciarsi trascinare del vento di cambiamento che sta soffiando in tutta l’America latina e scrollarsi di dosso le violenze che ne caratterizzano la storia recente e passata e le vecchie paure di sopraffazioni, delazioni e timori, ancora vive in gran parte della popolazione e anche tra i nuovi politici al governo, ancora poco sicuri e con le strutture del potere legate al vecchio regime.

L’OPERAZIONE CONDOR

Colpi di stato, omicidi politici, rapimenti e torture
agli oppositori. L’Operazione Condor fu un gigantesco piano di politica
estera in chiave anti-comunista che coinvolse gli Stati Uniti e i regimi
autoritari sudamericani negli anni ’70, e che estese le proprie attività
criminali anche oltreoceano: arrivando, ad esempio, a colpire rifugiati e
oppositori di Pinochet fin nel cuore dell’Europa.
Lo testimonia un saggio della storica Barbara Zanchetta, contenuto nel
volume di recente pubblicazione L’America latina tra guerra fredda e
globalizzazione (Ed. Polistampa, pp. 164, euro 14) dove, grazie a documenti
d’archivio inediti provenienti dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite
per i rifugiati (UNHCR) di Ginevra, vengono ricostruiti i dettagli del
network criminale, e sono fornite, attraverso l’esame di rapporti
dell’intelligence, ulteriori conferme sul coinvolgimento
dell’amministrazione Carter dal 1977 al 1981. L’Operazione Condor, una vera
e propria rete transnazionale volta a combattere la minaccia sovversiva
comunista in America Latina, arrivò a interessare perfino l’attività di
gruppi eversivi italiani come Avanguardia Nazionale. Il leader della
formazione neofascista, Stefano Delle Chiaie, fu reclutato per l’assassino
di Bernardo Leighton, noto e popolare attivista cileno esponente dell’area
cristiano-democratica. Eseguendo ordini provenienti direttamente dalla
leadership del sistema del Condor, il 6 ottobre 1975 Delle Chiaie sparò a
Leighton e a sua moglie Anita. Entrambi sopravissero, ma con gravi danni
cerebrali.
Il volume, curato dagli studiosi Massimiliano Cricco, Maria Eleonora
Guasconi e Matteo Luigi Napolitano, inserito nella collana di «Storia delle
Relazioni Internazionali» diretta dal professor Ennio Di Nolfo, analizza
diverse fasi della politica statunitense in Sud America durante la guerra
fredda, ricostruendo vicende significative e gettando luce sul rapporto tra
Washington e alcuni tra i più importanti paesi di questo Continente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: