DOVE STIAMO ANDANDO?

1 Mag

E’ sicuramente complesso invertire la rotta ma qualcosa è obbligatorio fare. Non si può più stare in casa ad osservare, tramortiti, quanto sta avvenendo. Il sistema economico è al collasso: produciamo, inquinando e distruggendo il pianeta, montagne di cose inutili che fanno arricchire pochi ed impoverire tanti, le banche che ci hanno e ci massacrano ogni giorno sono ancora lì a dettare, con il nostro denaro, le regole di un gioco schizofrenico mentre le aziende, anche se molte volte insalubri, chiudono. Ci governano persone che condannano noi, innocenti, a pagare dazi di ogni tipo e salvano loro dai peggiori misfatti, garantendosi pure ottimi stipendi (sempre nostro il danaro). Non vediamo nessun segnale di riconversione di un’industria oramai asfittica e vecchia, utile solo ai padroni del vapore che ogni tanto bloccano tutta la inutile produzione relegandoci a misere casse integrazioni guadagni o mobilità pagate sempre dai nostri soldi e da quelle che avrebbero dovuto essere le pensioni di chi ancora lavora. Ci fanno credere che il vero nemico sia qualche poveraccio più di noi (meglio con la pelle nera così si lavora meglio sulle paure ancestrali) anzichè finanzieri, papponi, bancari, manager incapaci e truffaldini, politici inetti e disonesti, magnati ultra capitalisti clienti di mignotte di alto bordo, vuote come loro. Non funzionano più nemmeno i sogni: avevamo creduto in un Obama in grado di svoltare ed invece l’assurdo embargo a Cuba è ancora lì, le trivellazioni marine per cercare il petrolio aumentano e la Florida muore soffocata dal greggio fuoriuscito, l’Afghanistan è l’inferno di sempre. Bersani non ha ancora riunito forze più o meno sane ma ricorre improbabili centristi. Il centro, una roba che ha il sapore del “ma anche” di Veltroni. Il nulla. Ogni giorno spuntano preti pedofili ma anzichè cospargersi il capo di cenere il massimo esponente della Chiesa di Roma rilancia campagne anti pillola abortiva,seguito da governatori regionali intelligenti e viene ricevuto in pompa magna nella Torino della Sindone. Lasciate che i bimbi vengano a me, aveva detto Gesù. Riflettano pontefici, perpetue e cardinali. Torna i nucleare sconfitto da uno degli ultimi referendum popolari vinto o almeno partecipato. La caccia estende il calendario venatorio, qualcuno ha fatto baldoria alla notizia del terremoto a L’Aquila e sta ancora al suo posto a dirigere le operazioni divoratrici, Fini, quello che ha firmati con Bossi la legge capestro sull’immigrazione, diventa più popolare dell’opposizione, chi non pagava le tasse continua a farlo, chi le ha sempre pagate ne paga di più. In tutto questo bel panorama (che sfido chiunque a smentire) ci arrovelliamo ancora se sia o meno il caso di votare, se siamo più rossi, verdi, gialli, blu, se Stalin avesse ragione o torto su qualcosa, quanto sia cattivo Berlusconi e figo Travaglio, onesto Di Pietro ladrone Scajola. Tutto ciò dal divano di casa, telecomando in mano e macerandoci su quanto siamo stati inetti, incapaci, stolti. Qui l’operazione è diversa e di più vasta scala. Non è il berlusconismo ed il piano di Rinascita democratica di Gelli e della P2 a vincere ma tutta una cultura ad abdicare. Il golpe bianco ha assunto il controllo dei media nazionali lavando il cervello alle masse, le stesse che non hanno risposto al richiamo del ’68 prima e del ’78 poi. E’ necessario creare cultura e nuova politica insieme, politica culturale coraggiosa, seria, che conosca e scardini le regole fittizie del gioco. Bisogna ripartire, subito, insieme e con occhi ben aperti e la volontà che qualche sogno diventi realtà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: