la deriva della cultura

24 Apr

Attestato che certifica la conoscenza della lingua italiana per i cittadini extracomunitari che vogliono aprire un’attività commerciale. E’ la proposta contenuta nell’emendamento al dl incentivi, presentato dall’esponente della Lega, Silvana Comaroli, nelle commissioni Attività produttive e Finanze della Camera.
”Le regioni, nell’esercizio della potestà normativa in materia di disciplina delle attività economiche – si legge nell’emendamento – possono stabilire che l’autorizzazione dell’esercizio dell’attività di commercio al dettaglio, sia soggetta alla presentazione da parte del richiedente, qualora sia un cittadino extracomunitario, di un certificato attestante il superamento dell’esame di base della lingua italiana rilasciato da appositi enti accreditati”.Roma, 23 apr. (Adnkronos)

La deriva politica che stiamo vivendo è figlia della deriva culturale del Paese. Il Piano di Rinascita democratica della P2 di Licio Gelli ha ormai, consciamente od inconsciamente, sfondato e sta mettendo radici ancora peggiori di quanto ci aspettassimo. Il Partito dell’Amore, come il Ministero dell’Amore del libro di Orwell, sta mettendo radici ed oltretutto senza azioni violente o di forza, solo con i mezzi della persuasione di massa. Il terrore viene dallo straniero, dal meticcio, dal nero, non dalle banche che quotidianamente stanno affossando l’economia del paese, non da manager banditeschi, non dai Tanzi, non dai Corona. La Sinistra ha fallito? Evidentemente si, non avendo risposto alle aspettative di chi legge questa situazione e ne ha le tasche piene. Bisogna ripartire dalla cultura, dal creare linee di resistenza che attraverso il sapere aiutino le nuove generazioni a non divenire generazioni di homo consumens, trincerate nel proprio spazio, quotidianamente nutrite da spot di tutte le specie.

Bisogna continuare a parlare, ragionare insieme, spiegare. Non possiamo abdicare a questo compito nell’umana eterna lotta tra potere e contro potere. Spiegare che il meccanismo della delega non paga, non aiuta se non costruito, nutrito, controllato, supportato.

A luglio 2008 Renzo Bossi era stato già respinto all’esame di maturità, e per la seconda volta dopo quella del 2007. La famiglia presentò un ricorso al Tar contro la decisione del professori, perché il ragazzo sarebbe stato interrogato su una parte di programma che durante l’anno scolastico non era stata affrontata.
Pare che ci sia stato davvero un errore formale di trasmissione del programma e così, prima che i giudici amministrativi avessero avuto il tempo di pronunciarsi, la commissione ha deciso di far ripetere al rampollo di casa Bossi l’esame orale, cui ha assistito anche un ispettore del ministero dell’Istruzione. Qualche giorno dopo il verdetto ufficiale: l’esame ha avuto nuovamente «esito negativo». Forse a fare errori sul programma era proprio Renzo. Renzo Bossi è il più votato a Brescia. E’ diventato consigliere regionale della lombardia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: